Seguici su

Valutazione della qualità delle strutture ospedaliere dal punto di vista dei cittadini

Progetto di Ricerca corrente 2012 (concluso)

Sperimentare un sistema di valutazione della qualità dal punto di vista dei cittadini nelle strutture di degenza tramite la revisione e l’adattamento al nostro sistema sanitario regionale di sistemi di valutazione già esistenti. Attorno a questo tema ruota la partecipazione della Regione Emilia-Romagna al Progetto di Ricerca Corrente 2012 promosso da AGeNaS. I principali risultati che si intendono raggiungere sono la verifica e la validazione di un set minimo di indicatori di qualità dal punto di vista del cittadino la cui rilevazione sia sostenibile sia dal punto di vista metodologico sia dal punto di vista organizzativo.

A questo proposito si sono tenuti incontri che hanno coinvolto sia la Cabina di Regia regionale del progetto sia il gruppo di lavoro interaziendale (composto da Referenti Qualità, Responsabili Urp e Referenti dei cittadini), all’interno di tre protocolli di sperimentazione (chiamati STUDI) che sono ampiamente descritti nel documento “Sperimentazione di un sistema di valutazione della qualità dal punto di vista dei cittadini nelle strutture di degenza. Protocolli di sperimentazione”.

Le 19 Aziende aderenti al progetto, hanno quindi potuto scegliere fra condurre solo una o entrambe le sperimentazioni proposte (a livello aziendale) nel protocollo: 

  • STUDIO 1 (LIVELLO AZIENDALE: adesione di tutte le Aziende) - “Sperimentazione di priority setting” sugli items della Check List Agenas.
  • STUDIO 2 (LIVELLO AZIENDALE: adesioni di 8 Aziende) - “Sperimentazione di rilevazione” sugli items della Check List Agenas.
  • STUDIO 3 (LIVELLO REGIONALE) finalizzato a definire e validare un SET MINIMO di indicatori per valutare la qualità dal punto di vista del cittadino, integrando quelli selezionati dalla Check List di AGENAS e prioritarizzati, con quelli provenienti da altri strumenti di rilevazione già in essere nella nostra regione – ad es. qualità percepita e segnalazioni

STUDIO 1 e STUDIO 2 hanno previsto il coinvolgimento sia di cittadini (o loro referenti – es. CCM, Organizzazioni di volontariato) sia di operatori (o loro referenti – es. CCM, Ufficio Qualità, Urp, Ufficio Comunicazione.

Gli output del progetto consistono dunque nella:

  • definizione di un set minimo di indicatori a livello regionale per la valutazione delle strutture di degenza dal punto di vista dei cittadini e indicazioni metodologiche per il corretto utilizzo;
  • modellizzazione delle sperimentazioni condotte che potranno costituire riferimento per altre esperienze progettuali di miglioramento del servizi;
  • realizzazione di un Flusso Informativo regionale relativo al dati raccolti.

 

Documenti

Azioni sul documento

pubblicato il 2013/02/15 15:50:00 GMT+2 ultima modifica 2018-09-12T13:15:00+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina