Accreditamento istituzionale: i nuovi requisiti generali

Con la DGR n. 1943/2017 il sistema di accreditamento regionale si è uniformato alle più recenti normative nazionali
Accreditamento istituzionale: i nuovi requisiti generali

accreditamento

Con la Delibera di Giunta regionale n. 1943 del 4 dicembre 2017 la Regione Emilia-Romagna ha uniformato il sistema di accreditamento alle più recenti normative nazionali e ha avviato nuovamente i percorsi per il rinnovo dell’accreditamento delle strutture sanitarie la cui validità era stata prorogata fino al 31 luglio 2018 con la DGR 1604/2015.

Con la Delibera pubblicata sul Bollettino ufficiale n. 332 del 13 dicembre sono stati approvati i nuovi requisiti generali di accreditamento delle strutture sanitarie pubbliche e private della Regione, che sostituiscono i precedenti emanati nel 2004. I nuovi requisiti rispondono alla necessità di verificare la presenza - nelle strutture sanitarie - di processi di controllo sulla qualità e sicurezza dell’organizzazione, dei servizi erogati e dei risultati prodotti, nell’ottica di favorire un miglioramento continuo dell’assistenza. Questi requisiti si applicano ai processi direzionali e trasversali dell’intera organizzazione delle strutture sanitarie pubbliche e private, quindi prioritariamente a livello delle rispettive Direzioni.

 

Così come previsto dall’Intesa approvata in sede di Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano sul documento “Disciplina per la revisione della normativa dell’accreditamento” del 20 dicembre 2012, nel modello di accreditamento regionale sono stati inseriti gli 8 criteri cui corrispondono 27 requisiti. I criteri riguardano i seguenti ambiti:

  • sistema di gestione delle strutture sanitarie
  • prestazioni e servizi
  • aspetti strutturali
  • competenze del personale
  • comunicazione
  • appropriatezza clinica e sicurezza
  • processi di miglioramento e innovazione
  • umanizzazione.

Per ciascuno dei requisiti sono identificati elementi di valutazione che permettono di rendere espliciti gli aspetti da considerare - in fase sia di autovalutazione sia di verifica regionale - per esprimere il grado di rispondenza a quanto richiesto.

 

La DGR 1943/2017 stabilisce inoltre che al momento della presentazione della domanda di rinnovo o variazione dell’accreditamento o di richiesta di nuovo accreditamento, tutte le strutture sanitarie pubbliche e private accreditate devono possedere i nuovi requisiti generali e i requisiti specifici vigenti. Pertanto le strutture sanitarie che intendono presentare domanda di accreditamento devono utilizzare la nuova modulistica, che sostituisce integralmente i moduli allegati alla DGR 53/2013.

Per le strutture prorogate fino al 31 luglio 2018 è necessario presentare domanda entro il 31 gennaio 2018. Sono escluse da questa scadenza le strutture per le dipendenze patologiche gestite da soggetti gestori privati, per le quali la DGR 1943/2017 prevede una ulteriore proroga della validità dell’accreditamento fino al 31 luglio 2019.

 

  • DGR 1943/2017 "Approvazione requisiti generali e procedure per il rinnovo dell'accreditamento delle strutture sanitarie"

 

Per saperne di più

 

 

Azioni sul documento
Pubblicato il 13/12/2017 — ultima modifica 13/12/2017

Agenzia sanitaria e sociale regionale - Regione Emilia-Romagna

Viale Aldo Moro 21, 40127 Bologna, Italia - tel. +39 051 5277450 - 7451 - fax +39 051 5277049

asrdirgen@regione.emilia-romagna.it, asrdirgen@postacert.regione.emilia-romagna.it

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it

Strumenti personali