Bando ricerca finalizzata 2018

95 milioni di Euro per i ricercatori del Servizio sanitario nazionale e una novità dedicata ai giovani. Il 20 aprile un incontro in Regione per i ricercatori del Ssr

Con il bando della ricerca finalizzata del 2018 il Ministero della salute mette a disposizione dei ricercatori del Servizio sanitario nazionale 95 milioni di Euro, 50 dei quali dedicati ai giovani under 40 e under 33. Sono due infatti le tipologie di progetti riservate ai giovani: i progetti ordinari per ricercatori di età inferiore ai 40 anni e gli starting grant per quelli sotto i 33 anni di età.

Tutte le proposte di progetto inquadrate nel Bando del 2018 devono avere durata triennale, un esplicito orientamento applicativo e devono fornire informazioni utili a indirizzare le scelte dell’assistenza sanitaria pubblica, dei pazienti e dei cittadini.

Il bando prevede 5 diverse tipologie progettuali:

  • Progetti ordinari di ricerca finalizzata
  • Progetti cofinanziati - progetti di ricerca presentati da ricercatori cui è assicurato un finanziamento privato da aziende con attività in Italia
  • Progetti ordinari presentati da giovani ricercatori - progetti di ricerca presentati da ricercatori con età inferiore ai 40 anni
  • Progetti “starting grant” - progetti di ricerca presentati da ricercatori con età inferiore ai 33 anni 
  • Programmi di rete - i programmi di rete hanno lo scopo di creare gruppi di ricerca e innovazione per lo sviluppo di studi altamente innovativi e caratterizzati dall’elevato impatto sul Servizio sanitario nazionale

L’11 aprile  è la data chiave per tutti i ricercatori, tuttavia la procedura di presentazione dei progetti si svolge in periodi distinti a seconda della sezione di riferimento.

 

Progetti di ricerca che ricadono nelle sezioni A, B, C, D

  La procedura si svolge in tre diverse fasi:

Dall’11 aprile al 26 aprile 2018 alle ore 17,00 (15 giorni da giorno 1 a 15) i ricercatori si devono accreditare come principal investigator e come ricercatore collaboratore inserendo i dati previsti sul workflow della ricerca (http://ricerca.cbim.it ).

Dal 19 aprile al 21 maggio 2018 alle ore 17,00 (30 giorni da giorno 8 a 38) il ricercatore proponente deve provvedere alla stesura del progetto completo di ricerca in lingua inglese e all’invio al proprio destinatario istituzionale (si veda “modello di presentazione progetto completo” che sarà visibile al ricercatore accreditato).

Dal 22 maggio al 19 giugno 2018 alle ore 17,00 (28 giorni da giorno 39 a 66) i destinatari istituzionali devono effettuare la validazione dei progetti e procedere all’invio dei progetti che intendono presentare al Ministero della salute.

 

Programmi di rete, sezione E

  La procedura si svolge in quattro fasi distinte:

Dall’11 aprile al 26 aprile 2018 alle ore 17,00 (15 giorni da giorno 1 a 15) accreditamento dei ricercatori come principal investigator di work package o come ricercatore collaboratore inserendo i dati previsti sul workflow della ricerca (http://ricerca.cbim.it ).

Dal 19 aprile al 21 maggio 2018 alle ore 17,00 (30 giorni da giorno 8 a 38) i ricercatori devono provvedere alla stesura in lingua inglese del programma completo e all’invio al Ministero della salute (si veda “modello di presentazione progetto completo” che sarà visibile al ricercatore accreditato).

Dal 22 maggio al 29 maggio 2018 alle ore 17,00 (7 giorni da giorno 39 a 45): comunicazione da parte del Ministero della salute alle istituzioni finanziatrici della lista dei work packages facenti parte del programma di rete ai fini dell’acquisizione della dichiarazione di eleggibilità prevista nella sezione E del bando.

Dal 30 maggio all’11 giugno 2018 alle ore 17,00 (10 giorni da giorno 46 a 55) le istituzioni finanziatrici dovranno dichiarare l’ammissibilità o meno al finanziamento dei work packages di propria competenza, come previsto nella sezione E del bando.

 

Un incontro in Regione per i ricercatori del Ssr

A supporto dei ricercatori del Ssr, l'Agenzia sanitaria e sociale regionale ha fissato un incontro per illustrare il bando 2018, in particolare le novità rispetto al bando precedente e alcune indicazioni operative.
L'incontro si terrà a Bologna il 20 aprile prossimo dalle 14.00 alle 17.00 presso l'Auditorium della Regione Emilia-Romagna, Viale Aldo Moro 21. Sono attesi anche i professionisti potenzialmente interessati alle aree tematiche relative ai Programmi di rete (sezione E del bando) per le quali la nostra Regione ha manifestato l’interesse al cofinanziamento, ossia: 

  • Area tematica 1 - "Valutazione di interventi di antimicrobial stewardship integrati con percorsi di stewardship diagnostica, per migliorare gli esiti clinici e ridurre la resistenza attraverso l’uso appropriato di antibiotici".
  • Area tematica 3 - "Nuovi approcci metodologici e valutativi al paziente terminale".

Per ragioni di carattere organizzativo si chiede ai ricercatori dare conferma di presenza al proprio Ufficio di ricerca aziendale. 

 

Maggiori informazioni e il testo completo del bando sono disponibili sul sito del Ministero della salute. 

Per informazioni e chiarimenti è possibile contattare lo staff della ricerca, e-mail Ricsan@regione.emilia-romagna.it 

Azioni sul documento
Pubblicato il 04/04/2018 — ultima modifica 20/04/2018

Agenzia sanitaria e sociale regionale - Regione Emilia-Romagna

Viale Aldo Moro 21, 40127 Bologna, Italia - tel. +39 051 5277450 - 7451 - fax +39 051 5277049

asrdirgen@regione.emilia-romagna.it, asrdirgen@postacert.regione.emilia-romagna.it

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it

Strumenti personali