Il Welfare e i perdenti della globalizzazione

L’Agenzia sanitaria e sociale regionale alla X Conferenza ESPAnet per discutere di welfare partecipato e per presentare studi innovativi di ricerca sociale

La X Conferenza di ESPAnet Italia ha riunito a Forlì studiosi ed esperti di politiche sociali per discutere di welfare alla luce delle sfide dettate dalle politiche di austerity intraprese dall’Unione Europea all’indomani della crisi economica. L’evento si è tenuto dal 21 al 23 settembre a Forlì presso il Campus dell’Università di Bologna.

L’Agenzia sanitaria e sociale regionale ha coordinato una sessione dedicata al ruolo del cosiddetto welfare partecipato, o di comunità, ossia forme di attivazione di gruppi e di reti sociali che partecipano all’elaborazione di politiche per il sociale. La sessione, intitolata “Rendere visibile l’invisibile: le istituzioni sfidate dagli interventi di comunità”, ha accolto casi studio, riflessioni e analisi teoriche sugli interventi di comunità nell’area sociale, sanitaria, socio-sanitaria e socio-educativa relativi al ruolo delle istituzioni.

In occasione dell’evento l’Agenzia sanitaria e sociale regionale ha inoltre contribuito con la presentazione di tre studi discussi in diverse sessioni parallele.

 

  • “La misura della deprivazione nelle province italiane declinata al femminile: mortalità evitabile e deprivazione nelle donne italiane” è stato presentato nella sessione 15 dedicata a Le disuguaglianze di genere in Italia, nella società e nelle politiche: gli effetti sulla salute.

Le disuguaglianze di salute sono a tutt’oggi attribuibili principalmente a fattori di natura socio-demografica. Per la misurazione di tali fattori si può far riscorso agli indici di deprivazione (ID), disponibili nella letteratura internazionale fin dall’inizio degli anni Ottanta. L’elemento centrale del concetto di deprivazione è la mancata possibilità di avere o di acquisire un bene o un servizio oppure uno scarso supporto sociale, risultato dei vincoli legati all’assenza di risorse materiali o di rete di supporto. La deprivazione è un concetto riferibile sia alla famiglia, sia all'individuo con un variabile livello di interazione tra le due componenti. Leggi l’abstract

 

  • Lo studio “Linee guida per la programmazione locale partecipata: esperimenti di innovazione nelle politiche sociali della Regione Emilia-Romagna” è stato discusso nel quadro della sessione 13 intitolata Cosa è pubblico nella programmazione sociale?

A partire dal 2013 la Regione Emilia-Romagna - in particolare la Direzione Generale cura della persona, salute e welfare in collaborazione con l’ASSR – ha elaborato e promosso le "Linee guida per la sperimentazione delle pratiche partecipative nell’ambito dei Piani di zona per la salute e il benessere sociale" per fare in modo che i servizi riuscissero a cogliere la complessità dei fenomeni che attraversano le nostre comunità e che fossero pronti a recepire nuove progettualità e strategie per farvi fronte. Leggi l’abstract

 

  • Il lavoro “La rete dei servizi di fronte alla conflittualità familiare: mettere in pratica nuovi dispositivi organizzativi per la gestione di casi complessi e dei processi di rete” è stato illustrato durante la sessione 22 dedicata al tema La sfida alle diseguaglianze nelle scene della cura e dell’assistenza: prospettive e ambivalenze della sperimentazione organizzativa e delle nuove professionalità.

Il tema della conflittualità familiare si rivela nella sua emergenza e complessità da tutta una serie di riflessioni condotte in svariati ambiti di servizio. I casi di conflittualità familiare si presentano in modalità sempre più complesse e al posto della famiglia abbiamo famiglie multiformi e multiproblematiche che sfidano la capacità dei servizi a collaborare in modo tempestivo e coordinato nelle varie fasi operative. Leggi l’abstract

 

ESPAnet Italia è una rete costituita da ricercatori ed esperti di politiche sociali ed è intesa a promuovere il dibattito interdisciplinare sui temi del sociale, con attenzione a tradizioni teoriche e metodologiche differenti affinché si crei una reciproca e fruttuosa contaminazione. La rete italiana è una gemmazione di ESPAnet Europe (The European Network for Social Policy Analysis, Europe).

 

Link utili

 

Per approfondire

 

Azioni sul documento
Pubblicato il 25/09/2017 — ultima modifica 27/09/2017

Agenzia sanitaria e sociale regionale - Regione Emilia-Romagna

Viale Aldo Moro 21, 40127 Bologna, Italia - tel. +39 051 5277450 - 7451 - fax +39 051 5277049

asrdirgen@regione.emilia-romagna.it, asrdirgen@postacert.regione.emilia-romagna.it

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it

Strumenti personali