La valutazione partecipata del grado di umanizzazione delle strutture di ricovero

In collaborazione con AgeNaS, Agenzia per i Servizi sanitari nazionali. Ricerca autofinanziata 2015
Attività del progetto

Già da qualche decennio la normativa (europea, nazionale e regionale) e i programmi per la promozione della qualità indicano - fra gli elementi che contribuiscono al miglioramento continuo della qualità e alla clinical governance - anche la centralità della persona, dei suoi diritti e bisogni di salute.

Si incoraggiano l’adozione e l’uso degli strumenti, dei metodi e delle tecniche per progettare, valutare, migliorare la qualità delle cure con la partecipazione dei cittadini. In particolare il tema dell’umanizzazione viene considerato come una parte del più generale tema della qualità dell’assistenza sanitaria ed è al centro dell’attenzione delle politiche nazionali per la salute passate e presenti.

L’umanizzazione è identificata quale obiettivo di carattere prioritario e di rilievo nazionale dallo Stato e dalle Regioni (Accordo Stato-Regioni Rep. Atti n. 234/CSR del 23 dicembre 2015, n. 65/CSR del 14 aprile 2016, n. 150/CSR del 1° agosto 2017).

Il progetto è stato condotto in continuità con quanto fatto in passato nell'ambito del progetto di Ricerca corrente 2012 "Valutazione della qualità delle strutture ospedaliere dal punto di vista dei cittadini".

 

Obiettivi

  • Consolidamento della validazione del set minimo di indicatori attraverso la procedura di rilevazione partecipata della check list per la valutazione del grado di umanizzazione delle strutture di ricovero proposta da AgeNaS (équipe miste composte da cittadini e professionisti) in 13 stabilimenti ospedalieri.
  • Rapporto regionale sugli esiti della rilevazione e modellizzazione della procedura di rilevazione, che potrà costituire riferimento per altre esperienze progettuali di miglioramento dei servizi.
  • Alimentazione del flusso informativo regionale relativo ai dati raccolti.
  • Promozione di azioni di miglioramento di livello regionale – in particolare realizzazione di interventi finalizzati al miglioramento della comunicazione sulla sicurezza del paziente, per esempio la campagna regionale Sicurinsieme) e al raggiungimento del benessere ambientale nelle strutture sanitarie per operatori, utenti e caregiver che vi accedono (è in fase di elaborazione un documento di linee guida per le Aziende sanitarie).

 

Documenti utili

  • Checklist per la valutazione del grado di umanizzazione (AgeNaS)

 

Eventi

Azioni sul documento
Pubblicato il 26/08/2016 — ultima modifica 10/10/2018

Agenzia sanitaria e sociale regionale - Regione Emilia-Romagna

Viale Aldo Moro 21, 40127 Bologna, Italia - tel. +39 051 5277450 - 7451 - fax +39 051 5277049

asrdirgen@regione.emilia-romagna.it, asrdirgen@postacert.regione.emilia-romagna.it

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it

Strumenti personali