Seguici su

Bando della Ricerca Sanitaria Finalizzata dell’Emilia-Romagna (FIN-RER)

Conclusa la prima fase di triage

Il 10 luglio è stato il termine ultimo per la presentazione delle proposte progettuali per i tre filoni previsti dal bando: Programmi di rete, Progetti su temi di interesse comune della Regione e dell'Università e Progetti su temi scelti dai ricercatori (bottom up).

Sono pervenute 114 proposte progettuali da 13 Aziende Sanitarie/IRCCS in qualità di ente capofila, di cui 69 progetti bottom-up, 28 progetti Regione-Università e 17 lettere di intenti per i Programmi di Rete.

Ciascuna delle quattro Aziende Ospedaliero-Universitarie ha presentato progetti (Bologna 33 progetti; Ferrara 19; Modena 15, Parma 10); anche le Aziende USL, ad eccezione di Parma e Imola, hanno presentato progetti (Bologna-IRCCS 10 progetti, Romagna 6, Modena 4, Piacenza 4, Ferrara 3, Reggio Emilia-IRCCS 3). L’IRCCS Istituto Ortopedico Rizzoli ha presentato 6 progetti, l’IRST di Meldola 1.

Il Comitato Strategico Regionale per la Ricerca e Innovazione (det. n. 16058/2019) ha valutato correttezza e completezza della proposta progettuale di tutti i progetti, i programmi di rete ammissibili alla fase successiva, i progetti Ricerca-Università rispondenti alle aree tematiche previste dal bando.

Complessivamente 103 proposte progettuali sono state ammesse alla fase successiva consistente:

  • nella valutazione da parte dei referee internazionali per 69 progetti bottom-up e 21 progetti Regione-Università
  • nella stesura del progetto completo (programma di rete) per 13 Lettere di intenti; i progetti completi verranno successivamente valutati da un panel di revisori selezionati tra esperti di metodologia della ricerca in altre regioni italiane.

Sono state, invece, escluse 11 proposte progettuali (7 progetti Regione-Università e 4 Lettere di intenti per i Programmi di Rete).

I Programmi di rete sono volti a soddisfare le esigenze di programmazione e di sviluppo per il miglioramento dell'assistenza e delle cure offerte, con lo scopo di creare gruppi di ricerca e promuovere il lavoro in rete tra Aziende Ospedaliero-Universitarie, Aziende USL e IRCCS. I quesiti di ricerca sanitaria individuati attraverso un processo di prioritarizzazione sono:

  • La medicina di precisione nella malattia di Parkinson e parkinsonism
  • La valutazione del profilo beneficio rischio delle terapie anticoagulanti orali nella pratica corrente
  • I risultati sul medio e lungo termine nei pazienti eradicati del virus dell’HCV in rapporto allo stadio di malattia al momento del trattamento
  • La valutazione di nuovi modelli organizzativi/assistenziali in Pronto Soccorso
  • Qualità ed efficacia delle cure e criteri di scelta delle terapie nella Psoriasi a placche alla luce dei nuovi trattamenti disponibili
  • Sviluppare una modalità di raccolta del consenso informato che permetta di rilevare e documentare in modo oggettivo il livello di comprensione da parte del paziente delle informazioni ricevute dai clinici
  • Misurare la complessità clinica del paziente oncologico in cure palliative al domicilio.
     

I Progetti di ricerca su temi di interesse comune della Regione-Università sono focalizzati sui seguenti temi:

  • Medicina personalizzata con particolare riguardo a:
  1. ottimizzazione della selezione dei pazienti da inviare alla immunoterapia e identificazione di fattori di risposta/resistenza e di nuovi target terapeutici molecolari
  2. sistemi per l’identificazione di nuove opzioni terapeutiche nelle leucemie
  3. trattamenti personalizzati in ortopedia
  4. stratificazione del profilo di autonomia funzionale e del rischio cardiovascolare per una personalizzazione degli interventi nel paziente anziano
  • Tecniche per la diagnosi rapida intraoperatoria in oncologia.

Vai a:

Azioni sul documento

ultima modifica 2020-08-24T11:21:03+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina