Seguici su

Burden di malattia (DALY, multimorbidità)

Burden delle patologie in termini di DALY

Dal 1990 il Global Burden of Disease (GBD), il più grande studio epidemiologico osservazionale del mondo, descrive annualmente lo stato di salute della popolazione mondiale, in base a circa 300 patologie e condizioni di salute. Il burden of disease, letteralmente “fardello di malattia”, viene misurato nel GBD in termini di DALY (Disability-Adjusted Lost Years) una misura dell’impatto complessivo di una malattia che tiene conto sia della disabilità che della morte precoce. Questo indice viene utilizzato in associazione alla tradizionale misura di frequenza di una malattia.

L’Agenzia Sanitaria e Sociale dell’Emilia-Romagna si propone di applicare questo modello di analisi alla popolazione regionale, integrandolo con analoghe esperienze portate avanti recentemente dall’European Center for Disease Control, mirate a stimare il burden associato ad antibioticoresistenza e infezioni correlate all’assistenza.

 

Epidemiologia ed impatto clinico-assistenziale della Multimorbidità

La multimorbidità è associata ad esiti gravi, ad una ridotta qualità della vita, stress psicologico, complicanze post-operatorie ed elevata mortalità. La gestione di questi pazienti, dai bisogni assistenziali complessi, rappresenta una delle maggiori sfide che i sistemi sanitari devono e, in futuro, dovranno sempre più affrontare. Attualmente, nonostante il crescente interesse a livello internazionale nei confronti dei pazienti con patologie multiple, i sistemi sanitari sono ancora lontani dal fornire loro percorsi di cura adeguati, il che comporta un utilizzo di servizi sanitari in costante aumento, con lunghe degenze in ospedale e frequenti accessi al Pronto Soccorso.

Per comprendere meglio l’epidemiologia e l’impatto clinico-assistenziale della multimorbidità in Emilia-Romagna, l’Agenzia Sanitaria e Sociale regionale ha messo a punto uno strumento di monitoraggio annuale dei pazienti con multimorbidità, basato sulle informazioni rilevabili dalle molteplici banche dati sanitarie correnti.

I risultati di questo monitoraggio saranno un utile supporto per la pianificazione e la realizzazione di percorsi di cura adeguati a questa tipologia di pazienti. 

 

Vedi anche

 

Pubblicazioni

 

Consulta anche

  

Azioni sul documento

pubblicato il 2018/07/24 09:30:00 GMT+1 ultima modifica 2020-01-20T18:20:07+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina