Dossier n. 257/2016 - Atlante della mortalità in Emilia-Romagna 2009-2013

Dossier n. 257/2016 - Atlante della mortalità in Emilia-Romagna 2009-2013

L’analisi della mortalità ormai da tempo è un punto cardine del lavoro epidemiologico e riveste un ruolo di “indicatore globale” della salute. Essa permette di analizzare la distribuzione delle patologie più letali nelle popolazioni, consentendo anche di esprimere ipotesi di causalità tra fattore di rischio e patologia. La presente pubblicazione ha l’obiettivo di analizzare il fenomeno della mortalità in Emilia-Romagna aggiornata al 2013 mediante opportuni e diversi strumenti di sintesi comunemente utilizzati per tracciare il profilo di mortalità all’interno di una regione e per analizzarne l’evoluzione temporale e spaziale. Questo volume ha quindi un carattere puramente descrittivo, ma ugualmente consente al lettore di interrogarsi sul perché delle distribuzioni geografiche, temporali, per sesso ed età dei decessi; esso inoltre può supportare i decisori che operano nell’ambito delle politiche sanitarie nell’individuazione di opportune linee di intervento.

L’Atlante aggiorna le precedenti edizioni mantenendo sostanzialmente la stessa impostazione e la stessa veste grafica. Rispetto all’edizione precedente, le principali variazioni sono rappresentate dall’utilizzo, relativamente ai decessi nel periodo 2009-2013, della sola classificazione ICD-10; dall’aggiornamento della mappa dell’Emilia-Romagna in seguito al passaggio dei Comuni dell’Alta Valmarecchia dalla Regione Marche alla Regione Emilia-Romagna; dall’analisi di ulteriori cause di morte; dall’aggregazione di due o più cause in un unico Capitolo; dall’utilizzo di rappresentazioni grafiche in misura maggiore rispetto a quelle tabellari (che ora compaiono in Appendice), poiché maggiormente di aiuto nell’interpretazione del fenomeno.

Il volume propone l’analisi dei dati di mortalità per causa di decesso nella popolazione residente in Emilia-Romagna dal 1981 al 2013 e si articola in 38 Capitoli, strutturati idealmente in due parti. La prima parte è dedicata agli andamenti generali di mortalità per tutte le cause e ai tumori, mentre la seconda è dedicata alle altre cause di morte e ai traumi. I risultati sono presentati distinti per sesso (maschi, femmine e totale) e aggregati per l’ultimo anno disponibile (2013), per periodi temporali quinquennali e per comune, per Azienda USL e per Area vasta di residenza.

Ciascun capitolo, dopo una sintesi dei risultati più significativi e una tabella in cui sono riportati i principali indicatori di mortalità in Emilia-Romagna per l’anno 2013, è suddiviso in paragrafi sulla base del confronto analizzato:

  • confronto per età e sesso: è rappresentata graficamente la distribuzione della mortalità in termini assoluti, per classi di età e sesso nel 2013 e l’andamento dei tassi specifici di mortalità per fasce d’età e sesso per periodi di decesso quinquennali, dal 1984-1988 al 2009-2013;
  • andamento temporale della mortalità: sono riportati i grafici dei trend regionali (1981-2013) e nazionali (1981-2011) e quelli relativi al confronto fra la regione e le Aree vaste (1987-2013), entrambi per maschi e femmine;
  • confronto fra le diverse aree della regione: sono riportati in forma grafica i tassi standardizzati di mortalità regionali e aziendali relativi all’anno 2013, in ordine decrescente rispetto al valore dell’indicatore; le mappe del rischio relativo stimato (bayesian mortality ratio - BMR) per il periodo 2009-2013; e infine le mappe delle differenze percentuali dei BMR comunali tra il quinquennio 2009-2013 e quello precedente 2004-2008. Le analisi sono mostrate per sessi separati e congiunti.

 

[NOTA PER IL DOWNLOAD: a causa delle dimensioni del file, il documento è stato diviso in due parti, scaricabili dal box "Contenuti correlati" in fondo alla pagina]

 

Aggiornamento agosto 2016

 

 

Autore/Autori: Barbieri G, Bonora K, de Girolamo G, Garaffoni G, Gatti MG, Goldoni CA, Verdini E; Agenzia sanitaria e sociale regionale

Data: 1/5/2016

Tipologia: rapporti, linee guida, documenti tecnici

Lingua: Italiano

Scarica la pubblicazione (PDF, 1.36 MB)

Azioni sul documento
Pubblicato il 01/05/2016 — ultima modifica 30/08/2016
< archiviato sotto: >

Agenzia sanitaria e sociale regionale - Regione Emilia-Romagna

Viale Aldo Moro 21, 40127 Bologna, Italia - tel. +39 051 5277450 - 7451 - fax +39 051 5277049

asrdirgen@regione.emilia-romagna.it, asrdirgen@postacert.regione.emilia-romagna.it

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it

Strumenti personali