Seguici su

OMEGA-3. Quale ruolo in terapia

Pacchetto informativo sui farmaci n. 14 - 2005

142005.jpgGli omega-3 sono acidi grassi polinsaturi essenziali contenuti in alcuni alimenti e rappresentati dall'acido alfa-linolenico (ALA), dall'acido eicosapentaenoico (EPA) e dall'acido docosaesaenoico (DHA).

L'attenzione per gli omega-3 è cresciuta nel tempo, grazie ad osservazioni che hanno correlato la bassa mortalità degli eschimesi per coronaropatie a una alimentazione ricca di acidi grassi omega-3 provenienti dal pesce. Successivi studi osservazionali hanno confermato una minore mortalità per eventi cardiovascolari nei paesi a più alto consumo di prodotti ittici, come il Giappone. Ciò potrebbe essere legato alla minore assunzione di grassi saturi e ad un migliore bilanciamento fra i grassi polinsaturi.

I meccanismi protettivi cardiovascolari degli omega-3 non sono definiti: si ipotizzano effetti antiaritmici, antitrombotici, antiaterosclerotici, di miglioramento della funzione endoteliale e di riduzione della pressione arteriosa. Viene inoltre considerato con interesse il coinvolgimento degli omega-3 (in particolare l'acido eicosapentaenoico) nella sintesi di citochine con attività antiflogistica.

Negli ultimi tempi sono stati commercializzati numerosi integratori alimentari ricchi in omega-3 e prodotte specialità farmaceutiche a base di omega-3. Non è noto se cambiare il rapporto fra grassi saturi e insaturi attraverso una modifica della dieta e assumere integratori omega-3 senza modificare le abitudini alimentari abbiano lo stesso significato.

Questo pacchetto informativo presenta i risultati dei principali studi che hanno valutato l'efficacia, su esiti clinicamente rilevanti, di un trattamento quotidiano con farmaci a base di omega-3.

 

Autore/Autori: CeVEAS

Data: 1/11/2005

 

Scarica la pubblicazione (pdf996.62 KB)

Download the English version "Omega-3. What role do they play in treatment?" (pdf453.84 KB)

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina