Seguici su

Dossier n. 187/2009 - Studi per l’integrazione delle medicine non convenzionali. 2006-2008

Descrizione/Abstract:

Sulla base delle indicazioni del Piano sanitario regionale 1999-2001, la Giunta regionale dell’Emilia-Romagna ha costituito nel 2004 un Osservatorio regionale per le medicine non convenzionali (OMNCER) e promosso la realizzazione di un Programma sperimentale regionale finalizzato a studiare l’efficacia, la sicurezza e la eventuale possibilità di integrazione delle medicine non convenzionali (MNC) nel Servizio sanitario regionale

Le finalità e le attività dell’OMNCER, le caratteristiche del Programma regionale, il dibattito che si è svolto in questi anni attorno a tali iniziative sono riportati nel volume n. 186/2009 di questa stessa Collana e nel sito dedicato http://www.regione.emilia-romagna.it/agenziasan/mnc/index.html.
Il bando del Programma sperimentale chiedeva alle Direzioni delle Aziende sanitarie regionali di presentare proposte di progetti di studio sulla integrazione di agopuntura, omeopatia e fitoterapia da cofinanziare.

I progetti sono stati valutati in base ai seguenti 4 ordini di criteri:

  • rilevanza sociale - capacità di affrontare uno dei problemi di salute prioritari indicati dalla Regione (dolori osteoarticolari, menopausa, cefalee, supporto ai pazienti oncologici, disturbi psichiatrici minori, malposizione fetale) o finalizzazione dell’intervento su un problema di interesse per gruppi di popolazione più vulnerabili (anziani, minori o migranti);
  • qualità scientifica - livello delle competenze del responsabile della ricerca, adeguatezza della metodologia prevista, originalità e dimensione dello studio, collaborazioni nazionali e internazionali;
  • impatto sui processi assistenziali - livello di integrazione con i processi assistenziali del SSR, miglioramento della qualità della vita del paziente e riduzione della spesa;
  • adesione alle iniziative regionali - partecipazione alle attività di uno dei gruppi regionali di coordinamento degli studi promossi dall’OMNCER.

In base alle valutazioni di merito dell’OMNCER, la Giunta regionale ha approvato il primo “Programma sperimentale per l’integrazione delle medicine non convenzionali nel Servizio sanitario dell’Emilia-Romagna”, autorizzando 37 progetti per la sperimentazione sulla base di 48 proposte ricevute dalle Aziende sanitarie, di cui 10 provenienti da Aziende ospedaliero-universitarie.

Si è trattato soprattutto di studi:

  • rivolti a problemi di tipo osteoarticolare (trattamento del dolore osteoarticolare, lombosciatalgia, nevrite post-herpetica, malattie reumatiche), ginecologico (sindrome climaterica in donne che non possono o non desiderano fare terapia ormonale sostitutiva, dismenorrea primaria severa), ostetrico (presentazione podalica del feto, analgesia in travaglio di parto), neurologico (cefalea), oncologico (trattamento degli effetti collaterali da chemioterapici), gastroenterologico (disfunzioni e malattie infiammatorie del colon);
  • realizzati prevalentemente con tecniche di agopuntura (a volte associata a moxibustione), più raramente somministrazione di preparati fitoterapici e somministrazione di prodotti omeopatici;
  • organizzati nelle aree di ostetricia e ginecologia, oncologia, reumatologia, terapia antalgica, neurologia, gastroenterologia.

Nelle pagine che seguono vengono riportate le relazioni conclusive degli studi svolti nell’ambito del primo Programma regionale e regolarmente conclusi entro il 2008.

  1. Indagine conoscitiva sull’impiego di preparati di medicina non convenzionale (survey con questionario, studio prospettico) 
    Azienda USL di Piacenza 
    Responsabile scientifico: Thérèse Gregori 
    Studio sulla valutazione della diffusione dell’utilizzo di preparati di medicina non convenzionale presso la popolazione locale; del rischio percepito da parte dei pazienti relativo all’uso dei preparati in oggetto; valutazione del grado di conoscenza dei medici ospedalieri relativamente agli effetti ed alle possibili interazioni legate all’uso di tali preparati e quindi delle eventuali necessità formative nel settore.
  2. Studio sperimentale (pre-post) non randomizzato, sull’impiego dell’agopuntura per il controllo dei sintomi della sindrome climaterica, rivolto a donne in menopausa che non possono o non desiderano fare TOS   Azienda USL di Piacenza, Centro salute donna 
    Responsabile scientifico: Alberto Botti 
    Studio sulla valutazione dell’efficacia dell’agopuntura nella riduzione della sintomatologia menopausale in donne che non possono o non desiderano fare TOS; valutazione delle aspettative, dell’aderenza e del grado di soddisfazione delle pazienti partecipanti allo studio; valutazione della relazione costo-beneficio del trattamento di agopuntura.
  3. Indagine sull’uso di alcune medicine non convenzionali da parte della popolazione femminile afferente alla sezione salute donna dell’Azienda USL di Parma (survey con questionario) 
    Azienda USL di Parma
    Responsabile scientifico: Maurizio Impallomeni  
    Studio volto alla comprensione dei bisogni di salute espressi dalle donne che si rivolgono alle MNC (in questa indagine vengono considerate omeopatia, medicina tradizionale cinese, agopuntura, fitoterapia, trattamenti manuali, altre terapie) e alla valutazione delle possibilità di integrazione controllata con i processi assistenziali.
  4. Agopuntura cinese tradizionale come supportive care in corso di chemioterapia antiblastica sistemica (studio monocentrico, osservazionale, di fattibilità a singolo braccio) 
    Azienda USL di Modena, UO Medicina oncologica, Ospedale di Carpi 
    Responsabili scientifici: Fabrizio Artioli, Laura Scaltriti 
    Studio sulla valutazione dell’uso dell’agopuntura per il miglioramento della qualità della vita e la riduzione dell’intensità e dell’incidenza degli effetti collaterali in pazienti in corso di trattamento chemioterapico.
  5. Agopuntura per il controllo dei sintomi della sindrome climaterica in donne con anamnesi personale positiva per neoplasia mammaria (studio sperimentale preliminare non controllato)  
    Azienda USL Bologna, Poliambulatorio Montebello 
    Responsabile scientifico: Grazia Lesi 
    Studio per acquisire dati preliminari sull’efficacia e la sicurezza di un ciclo di trattamenti di agopuntura per ridurre il numero di vampate e l’intensità di altri sintomi della sindrome menopausale e per il miglioramento della qualità della vita in donne che non possono fare TOS a causa di patologia neoplastica del seno (in corso o pregressa).
  6. Utilizzo di medicine complementari (MNC) da parte di donne con sintomi riferibili alla sindrome menopausale nell’area di Bologna 
    Azienda USL Bologna, UO Consultori, Programma DIA 
    Responsabili scientifici: Grazia Lesi, Francesco Cardini 
    Studio per la valutazione dell’uso e dell’efficacia percepita relativa ai trattamenti di medicina non convenzionale per contrastare i sintomi correlati alla sindrome climaterica. Oggetto di valutazione dello studio è anche la tipologia della comunicazione medico-paziente relativamente ai trattamenti di MNC. Sono state reclutate 1.203 donne tra i 45 e i 65 anni afferenti ai Consultori e ai Centri Menopausa dell’Azienda USL di Bologna alle quali è stato chiesto di compilare un questionario anonimo durante la visita presso gli ambulatori.
  7. Report preliminare dello studio sperimentale non controllato sull’iniezione di Vit. K nel punto di agopuntura San Yin Jiao (Sp 6) per il trattamento della dismenorrea primaria severa (studio pilota non controllato pre-post) 
    Azienda USL Bologna, Poliambulatorio Montebello 
    Responsabile scientifico: Grazia Lesi 
    Studio sulla valutazione degli effetti a breve termine sul dolore mestruale.
  8. Survey dei pazienti che si rivolgono all’agopuntura per il trattamento del dolore da malattie dell’apparato muscolo-scheletrico (survey con questionario, studio prospettico) 
    Azienda USL di Bologna, Ambulatori di terapia del dolore dell’Ospedale Bellaria e del Poliambulatorio Montebello 
    Responsabile scientifico: Giancarlo Caruso 
    Studio degli aspetti socio-demografici e motivazionali dei pazienti che si rivolgono al servizio ospedaliero e che scelgono di sottoporsi all’agopuntura per il trattamento del dolore di tipo muscolo-scheletrico; analisi delle aspettative dei pazienti rispetto al trattamento proposto; analisi delle modalità di accesso e dei processi di invio dei pazienti alle strutture ospedaliere e territoriali per eventuale programmazione di strutture, servizi e percorsi rispondenti alle preferenze espresse dalla popolazione.
  9. Istituzione di un Osservatorio aziendale per la sorveglianza dell’uso delle MNC 
    Azienda USL di Forlì
    Responsabile scientifico: Lucio Bottini 
    Scopo di tale inziativa è la costruzione di una banca dati per poter conoscere la realtà aziendale dell’offerta quali/quantitativa di MNC.
  10. Utilizzo di un preparato a base di isoflavoni di soia per un dosaggio complessivo di 75 mg die suddivisi in due somministrazioni (studio osservazionale) 
    Azienda USL di Ravenna - Flaminia srl c/o Ospedale civile di Ravenna 
    Responsabile scientifico: Maurizio Morelli 
    Studio sulla valutazione dell’efficacia dell’uso di fitoestrogeni derivati dalla soia nei confronti della sintomatologia menopausale; valutazione della qualità della vita prima e dopo la terapia; valutazione degli eventuali effetti collaterali.
  11. Valutazione dell’efficacia del trattamento del dolore con l’agopuntura nelle malattie reumatiche (studio osservazionale prospettico)  
    Azienda USL di Ravenna, UO Terapia antalgica 
    Responsabile scientifico: Virgilio Ricci  
    Studio sull’uso e l’efficacia dell’agopuntura nella riduzione del dolore; riduzione dell’uso di farmaci antidolorifici; miglioramento della qualità della vita.
  12. Valutazione dell’efficacia del trattamento del dolore con l’agopuntura nella nevrite post-herpetica (studio prospettico) Azienda USL di Ravenna, UO Terapia antalgica  
    Responsabile scientifico: Virgilio Ricci 
    Studio sulla valutazione dell’uso e l’efficacia dell’agopuntura nel trattamento del dolore da nevrite post-herpetica; riduzione dell’uso di farmaci antidolorifici; miglioramento qualità della vita.

  

Data di pubblicazione:
06/12/2009
Tipo di pubblicazione:
rapporti, linee guida, documenti tecnici
Lingua della pubblicazione:
Italiano
Scarica la pubblicazione:
download (PDF, 3.57 MB)

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina