Seguici su

Dossier n. 213/2011 (Vol. 1) - Atlante della mortalità in Emilia-Romagna. 2003-2007

Descrizione/Abstract:

STAMPA ESAURITA

 

Obiettivo della presente pubblicazione è quello di analizzare il fenomeno della mortalità in Emilia-Romagna mediante opportuni - e diversi - strumenti di sintesi.

L’analisi della mortalità ormai da tempo è un punto cardine del lavoro epidemiologico e riveste un ruolo di “indicatore globale” della salute. Essa permette di analizzare la distribuzione delle patologie più letali nelle popolazioni, consentendo anche di esprimere ipotesi di causalità tra fattore di rischio e patologia.

Questo volume ha quindi un carattere puramente descrittivo; ma ugualmente consente al lettore di interrogarsi sul perché delle distribuzioni geografiche, temporali, per sesso ed età dei decessi; può inoltre supportare i decisori che operano nell’ambito delle politiche sanitarie nell’individuazione di opportune linee di intervento.

Nel testo, la mortalità è stata stratificata per causa secondo la classificazione internazionale ICD IX, sia per popolazione totale sia per sesso. I risultati sono stati aggregati per singolo anno, per periodo temporale, per comune e Azienda USL di residenza.

La pubblicazione propone l’analisi dei dati di mortalità per causa di decesso della popolazione residente in Emilia-Romagna dal 1981 al 2007 ed è suddivisa per patologia in 31 capitoli strutturati idealmente in due parti: la prima dedicata alla mortalità in generale e ai tumori; la seconda dedicata alle altre cause di morte a cui si sono aggiunte, rispetto all’Atlante della mortalità precedente (Regione Emilia-Romagna, 2007), le cadute accidentali e la mortalità infantile.

Ciascun Capitolo, dopo una breve sintesi dei risultati più significativi, è suddiviso in paragrafi dedicati a:

  • confronto con il dato nazionale: sono esposti i trend regionali (1981-2007) e nazionali (1981-2001), espressi in forma sia tabellare sia grafica per entrambi i sessi;
  • analisi età - periodo - coorte: sono espressi in forma grafica l’andamento dei tassi specifici di mortalità per classi di età e periodo di decesso e i rischi relativi di mortalità per periodo di decesso e per coorte di nascita per entrambi i sessi;
  • confronto fra le diverse aree della regione; sono riportate:
    • le tabelle di mortalità relative al numero assoluto di decessi e alla mortalità proporzionale aggregati per Azienda sanitaria di residenza e classi di età, distinti per la popolazione totale e per sesso;
    • le tabelle relative al numero totale di decessi, ai tassi grezzi e standardizzati per l’anno 2007, divise per Azienda USL, per la popolazione totale e per sesso;
    • le tabelle relative al numero totale di decessi, ai tassi grezzi e standardizzati, con metodo di standardizzazione diretto e indiretto (SMR), con relativi intervalli di confidenza per il periodo 2003-2007, aggregati per distretto e Azienda USL di residenza, per la popolazione totale e per entrambi i sessi;
    • le mappe del rischio relativo stimato (BMR) a sessi separati e congiunti per il periodo 2003-2007;
    • le mappe delle differenze percentuali dei BMR comunali tra il quinquennio 2003-2007 e quello precedente 1998-2002 per la popolazione totale e per sesso.

Nel Capitolo sulla mortalità generale è presente inoltre un’anteprima della mortalità in Emilia-Romagna al 2008.

 

Vedi anche Collana Dossier n. 214.

 

Data di pubblicazione:
04/07/2011
Tipo di pubblicazione:
rapporti, linee guida, documenti tecnici
Lingua della pubblicazione:
Italiano
Scarica la pubblicazione:
download (PDF, 9.95 MB)

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina