Seguici su

Indicazioni pratiche e protocolli operativi per la diagnosi, la sorveglianza e il controllo degli enterobatteri produttori di carbapenemasi nelle strutture sanitarie e socio-sanitarie

[2011]
Descrizione/Abstract:

L’emergere della resistenza ai carbapenemi negli enterobatteri costituisce un problema clinico rilevante, dato che questi antibiotici rappresentano i farmaci di riferimento per la terapia delle infezioni invasive da enterobatteri Gram negativi multiresistenti. Tale tratto di resistenza è dovuto prevalentemente all’emergere di nuove Beta–lattamasi capaci di idrolizzare i carbapenemi. Gli Enterobatteri resistenti ai carbapenemi (Carbapenem Resistant Enterobacteriaceae-CRE), soprattutto se produttori di carbapenemasi, non sono solo un problema clinicamente rilevante, ma rappresentano anche un pericolo notevole per la sanità pubblica per diversi motivi: 

  • gli Enterobatteri sono molto frequentemente causa di infezioni, in ambito sia ospedaliero che comunitario, e la progressiva diffusione di CRE renderebbe problematico il trattamento di un numero elevato di pazienti;
  • la mortalità attribuibile alle infezioni da CRE è elevata, pari al 20-30% nei diversi studi, potendo arrivare al 70% nelle batteriemie;
  • la diffusione clonale di tali microrganismi fra pazienti diversi si sviluppa con estrema facilità e inoltre la resistenza ai carbapenemi può essere trasmessa anche ad altri microrganismi attraverso plasmidi.

 

Data di pubblicazione:
01/07/2011
Tipo di pubblicazione:
rapporti, linee guida, documenti tecnici
Lingua della pubblicazione:
Italiano
Scarica la pubblicazione:
download (PDF, 1.14 MB)

Azioni sul documento

pubblicato il 2011/07/01 00:00:00 GMT+2 ultima modifica 2019-01-17T14:00:55+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina