Seguici su

Impatto del coronavirus sulla assistenza ai pazienti oncologici nel fine vita

Pubblicato il dossier regionale sulle cure palliative e la qualità dell’assistenza in Emilia-Romagna durante la pandemia

La pandemia di Covid-19 ha avuto un forte impatto sui servizi sanitari, rendendo necessaria una profonda riorganizzazione dell’assistenza ospedaliera e di quella territoriale.

Lo studio regionale curato dall’Agenzia sanitaria e sociale sull’assistenza ai pazienti oncologici nel fine vita durante la pandemia da Covid-19, valuta, mediante l’analisi delle serie storiche, la variazione dell’assistenza prestata ai pazienti oncologici nel fine vita, in termini di: ospedalizzazioni, ricorso a trattamenti intensivi e utilizzo di cure palliative, durante il 2020 in Emilia-Romagna.

Sono esclusi dallo studio i pazienti oncologici deceduti a causa di Covid-19.

Cosa emerge

Le analisi hanno evidenziato una quota complessiva di pazienti oncologici sottoposti a cure palliative, nell’ultimo mese di vita, pari al 62,3%, in linea con gli anni precedenti.

È interessante notare che nel 2020 i ricoveri in hospice nell’ultimo mese di vita sono diminuiti del 9,5%, mentre il ricorso alle cure palliative in assistenza domiciliare integrata (ADI) è aumentato del 7,8%.

Si osserva inoltre una riduzione di ospedalizzazioni in regime ordinario, di degenze in terapia intensiva e di terapie oncologiche non chirurgiche. Dall’altro lato, un aumento del ricorso al pronto soccorso.

Infine, sono diminuiti i decessi intra-ricovero. In generale, nel 2020, escludendo i pazienti deceduti a causa di Covid-19, non si è registrato un sostanziale aumento della mortalità per patologie oncologiche rispetto agli anni precedenti (+1,9%).

I dati dello studio, letti nel loro complesso, evidenziano che la capacità di copertura della rete di cure palliative nel fine vita dei pazienti oncologici è rimasta invariata durante il primo anno di pandemia. Così come, alcuni indicatori di qualità dell’assistenza non presentano scostamenti significativi rispetto agli anni precedenti.

Lo studio

Approfondimenti

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina