Seguici su

Dossier n. 119/2006 - Prescrizioni pediatriche di antibiotici sistemici nel 2003. Confronto in base alla tipologia di medico curante e medico prescrittore

Descrizione/Abstract:

Il Rapporto descrive le prescrizioni di antibiotici sistemici ai bambini tra 0 e 14 anni in Emilia-Romagna nel 2003 in ambito territoriale, confrontando i dati con quelli dei tre anni precedenti (2000-2002). Le prescrizioni sono anche valutate in base alla tipologia del medico curante (colui che ha in carico l’assistito) e del medico prescrittore (colui che compila le ricette).

Per la redazione del Rapporto è stata utilizzata una banca dati che descrive l’utilizzo dei servizi e il consumo di risorse in ambito sanitario per il totale della popolazione residente in regione, attraverso l’integrazione delle informazioni correnti relative a:

  • prescrizioni territoriali di farmaci,
  • schede di dimissione ospedaliera,
  • specialistica ambulatoriale,
  • anagrafica degli assistiti e dei medici addetti alle cure primarie.

 

Andamento temporale dei trattamenti con antibiotici sistemici (quadriennio 2000-2003)

Nel 2003 sono stati registrati 1.087 trattamenti per 1.000 bambini-anno (ciascun bambino ha ricevuto in media circa un trattamento nel corso del 2003). Il tasso del 2003 appare in linea con quelli dei tre anni precedenti.

Si è invece osservata una evidente variazione della tipologia di antibiotici prescritti, con un incremento dei trattamenti che includono penicilline associate a inibitori delle betalattamasi e una riduzione dei trattamenti che includono cefalosporine o macrolidi.

 

Prescrizioni in base alla tipologia del medico curante (anno 2003)

In Emilia-Romagna i pediatri di famiglia hanno in carico assistenziale il 79% della popolazione 0-14 anni; i loro assistiti ricevono l’89% di tutti gli antibiotici sistemici prescritti in età pediatrica. I medici di medicina generale hanno in carico una proporzione trascurabile di bambini di età inferiore ai 6 anni; con il crescere dell’età tale proporzione aumenta fino a diventare predominante rispetto a quella dei pediatri per gli assistiti di 14 anni.

Per le età in cui tale valutazione è stata effettuata (dai 6 anni in su), i tassi di prescrizione relativi agli assistiti dai medici di medicina generale risultano superiori a quelli degli assistiti dai pediatri di famiglia. Ai primi vengono inoltre prescritti più frequentemente, rispetto agli assistiti dai pediatri, cefalosporine e macrolidi (antibiotici considerabili non di prima scelta per il trattamento di gran parte delle infezioni pediatriche).

 

   

Prescrizioni in base alla tipologia del medico prescrittore (anno 2003)

I pediatri di famiglia prescrivono la maggior parte di antibiotici sistemici complessivamente prescritti agli assistiti di età compresa tra 0 e 14 anni. Il contributo dei medici di medicina generale aumenta al crescere dell’età e diviene dominante per gli assistiti di 13 e 14 anni. Agli altri prescrittori è invece attribuibile solo una minoranza delle prescrizioni.

 

Conclusioni

La popolazione 0-14 anni della regione Emilia-Romagna ha una elevata esposizione ad antibiotici sistemici prescritti in ambito territoriale. Sebbene i medici di medicina generale abbiano tassi di prescrizione età-specifici più alti e tendano a prescrivere più frequentemente antibiotici non di prima scelta per le più comuni infezioni pediatriche, i pediatri di famiglia restano il principale target di interventi miranti a un miglioramento dell’uso di antibiotici in questa fascia di popolazione. Essi detengono infatti la maggior parte del carico assistenziale pediatrico e prescrivono la maggior parte degli antibiotici diretti ai bambini.

 

Data di pubblicazione:
25/02/2006
Tipo di pubblicazione:
rapporti, linee guida, documenti tecnici
Scarica la pubblicazione:
download (PDF, 0.42 MB)

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina