Seguici su

Dossier n. 163/2008 - Le Aziende USL dell’Emilia-Romagna. Una lettura di sintesi dei Bilanci di missione 2005 e 2006

Descrizione/Abstract:

Il Bilancio di missione, che le Aziende sanitarie dell’Emilia-Romagna sono tenute per legge a presentare ogni anno unitamente al Bilancio di esercizio (LR n. 29, dicembre 2004), è uno strumento finalizzato a collegare i risultati economici a quelli di salute, e a permettere la verifica periodica del grado di realizzazione degli obiettivi assegnati alle singole Aziende dalla Regione e a livello locale.

La fase sperimentale di questo progetto impegnativo, iniziata nella seconda metà del 2004 con cinque Aziende USL pilota, si è poi estesa alle altre Aziende USL e si è ora completata interessando anche tutte le Aziende ospedaliero-universitarie e gli Istituti ortopedici Rizzoli.

Il Bilancio di missione si caratterizza in particolare come uno strumento tecnico, annuale, obbligatorio, pubblico e redatto sulla base di un modello regionale condiviso. Contiene un’ampia messe di informazioni, fra cui un set minimo di indicatori comuni per tutte le Aziende. Rispetto al Bilancio sociale ha finalità a un tempo più ampie e più mirate: serve infatti non solo a illustrare gli esiti dell’azione istituzionale svolta dall’Azienda, ma anche (e forse in primo luogo) a supportare in modo attivo e dinamico il sistema delle relazioni fra l’Azienda e i suoi principali interlocutori istituzionali: la Regione e gli Enti locali (nello specifico le Conferenze territoriali sociali e sanitarie).

Con il Bilancio di missione è stata fatta la scelta di accompagnare (e contestualizzare) indicatori quantitativi con una descrizione e narrazione strutturata delle scelte e delle conseguenti attività aziendali. In questo contesto quindi, l’Azienda sanitaria è soggetto che si descrive e, per così dire, si racconta, rappresentando il modo in cui ha concretamente interpretato il proprio ruolo nel contesto delle politiche regionali e locali.

Si mirava in tal modo a rafforzare in modo strutturato il rapporto fra le Aziende e gli altri principali soggetti che in ambito regionale e locale hanno le responsabilità istituzionali in tema di sanità. Per tale via è possibile la verifica da parte della Regione e delle Conferenze territoriali sociali e sanitarie degli esiti prodotti rispetto a quelli previsti e – di conseguenza – la riattivazione di processi di pianificazione e programmazione esterni e interni all’Azienda. E si dà infine la possibilità alle Aziende di rendere conto della propria azione istituzionale anche ad altri soggetti esterni e interni (terzo settore, comitati misti, organizzazioni sindacali, professionisti, responsabili del governo clinico, associazioni di tutela dei malati, ecc).

L’uso locale dei Bilanci di missione è più diretto e già largamente sviluppato. La lettura e l’utilizzazione su scala regionale, che pure è uno degli obiettivi principali previsti, sono più complesse e richiedono un lavoro supplementare di sintesi e presentazione. Questo volume rappresenta un primo esperimento di tale lavoro supplementare. È strutturato in due parti che offrono due complementari ottiche di lettura.

La prima parte contiene le undici schede di sintesi relative ai Bilanci di missione 2005 e 2006 (redatti nel 2006 e nel 2007) di ciascuna Azienda USL dell’Emilia-Romagna. La struttura delle schede rispecchia l’articolazione prevista dalle linee guida regionali, al fine di rendere più agevole una lettura trasversale alle aziende dei diversi temi sviluppati nell’ambito dei documenti. Le schede non intendono proporre un sunto dei documenti esaminati, quanto piuttosto un’esposizione sintetica e soggettiva dei tratti ritenuti qualificanti per la raffigurazione dell’Azienda.

La seconda parte si sviluppa in due capitoli, rispettivamente per illustrare i contesti di riferimento delle Aziende e i tratti più salienti dei profili aziendali, con particolare riferimento agli aspetti connessi con lo svolgimento dell’attività istituzionale.

È un volume rivolto a un lettore interessato soprattutto alla dimensione regionale dell’esperienza, e vuole promuovere la conoscenza non tanto dell’esistenza del nuovo strumento in sé, quanto piuttosto dei suoi contenuti specifici e delle diverse configurazioni che esso ha assunto nelle particolari declinazioni aziendali.

Il volume consente al lettore di seguire propri percorsi, centrati sulla singola Azienda piuttosto che sulla consequenzialità dei diversi Capitoli. Anche se molto denso di dati e informazioni (sono inclusi tra l’altro 139 grafici e tabelle), lo scopo della pubblicazione resta quello già rimarcato di facilitare l’introduzione alla lettura (o almeno alla consultazione) dei documenti originali e di fornire un quadro d’insieme.

Fa seguito a due precedenti Dossier, il n. 107 del 2005  con il quale si sono presentate le linee guida regionali per la redazione del Bilancio di missione, e il n. 148 del 2007 con il quale sono state presentate le caratteristiche delle prime edizioni del Bilancio di missione.

 

Data di pubblicazione:
30/05/2008
Tipo di pubblicazione:
rapporti, linee guida, documenti tecnici
Scarica la pubblicazione:
download (PDF, 2.56 MB)

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina