Promozione e governo della ricerca

Attività del progetto

La Legge regionale n. 29 del 2004 ha individuato la ricerca condotta nelle strutture del Servizio sanitario regionale come una delle funzioni istituzionali proprie di tutte le Aziende sanitarie e degli IRCCS, al pari dell’assistenza sanitaria e delle attività di formazione.

La Regione Emilia-Romagna ha attivato iniziative specifiche mirate a promuovere la capacità di ricerca e innovazione nel Servizio sanitario regionale:

  • linee di indirizzo sulle azioni da intraprendere a livello di Area vasta e aziendale;
  • sostegno alle attività di ricerca e innovazione attraverso Programmi regionali con fondi regionali dedicati; armonizzazione e regolazione delle attività dei Comitati etici;
  • monitoraggio delle attività di ricerca.

L’Agenzia sanitaria e sociale è impegnata per favorire l’allineamento tra gli obiettivi strategici del Servizio sanitario regionale e la sua capacità di fare ricerca su temi rilevanti. Al contempo, mira ad accrescere la capacità delle strutture sanitarie di attrarre finanziamenti pubblici e privati a sostegno di attività di ricerca in grado di tradurre i risultati ottenuti in miglioramento dell’assistenza e della salute.

Le sfide aperte su cui individuare nuove soluzioni più incisive ed efficaci riguardano:

  • la capacità di orientare le attività di ricerca su quesiti rilevanti per il Servizio sanitario regionale;
  • garantire un ambiente “favorevole” alla ricerca nel Servizio sanitario regionale e migliorare la capacità di attrazione delle Aziende sanitarie per iniziative di ricerca;
  • potenziare le reti professionali collaborative e le infrastrutture interaziendali;
  • valutare i risultati e l’impatto della ricerca su scala regionale.

Per approfondire, estratto dal Piano triennale

 

Coordinamento: Direzione Agenzia sanitaria e sociale regionale
e-mail AsrDirgen@regione.emilia-romagna.it

  

Documenti e pubblicazioni | Normativa di riferimento | Eventi

 


Sostegno ad Aziende sanitarie e IRCCS per condurre ricerca

L'Agenzia sanitarie e sociale regionale supporta le Aziende sanitarie e gli IRCCS della regione nello sviluppo di una sempre maggiore capacità di condurre ricerca per migliorare la qualità dell’assistenza. In particolare l'attività si esplica attraverso:

  • il governo del sistema regionale dei Comitati etici e delle loro Segreterie
  • il potenziamento di reti professionali e infrastrutture sovra-aziendali per la ricerca
  • l’adozione di procedure amministrative e di infrastrutture informative per la ricerca condivise tra le Aziende

L'Agenzia inoltre è impegnata nell'analisi dei risultati delle attività di ricerca e del loro impatto sul sistema sanitario regionale. 

 


Programmi regionali per la ricerca e l’innovazione

Attraverso il disegno e la gestione di specifici Programmi regionali, l'Agenzia sperimenta nuove modalità per finanziare la ricerca sulle tematiche più rilevanti per il miglioramento della salute e della qualità dei servizi.

 


Sistema informativo di gestione e monitoraggio della ricerca

L'Agenzia sanitaria e sociale è impegnata a diffondere tempestivamente le informazioni sulle attività condotte dai ricercatori del Servizio sanitario regionale, attraverso la messa a regime di un sistema informativo di gestione e monitoraggio della ricerca, tenendo conto anche dell’esperienza maturata con l’Anagrafe regionale della ricerca.

 


Programmi e reti internazionali di ricerca

Da anni, la Regione Emilia-Romagna favorisce la partecipazione delle proprie Aziende sanitarie e degli IRCCS a programmi e reti internazionali di ricerca, sostenendo iniziative di cooperazione e confronto con altri sistemi sanitari.

  • EIP-AHA - Partenariato europeo per l’innovazione sull’invecchiamento sano e attivo
  • PRO.M.I.S. - Programma Mattone Internazionale Salute
  • Sunfrail - Rete dei siti di riferimento per la prevenzione e la cura delle fragilità e delle cronicità nei Paesi europei

 


Rete regionale degli IRCCS

L'Agenzia promuove lo sviluppo della rete regionale degli IRCCS, per favorirne l’armonizzazione all'interno del Servizio sanitario regionale in coerenza con l’integrazione sociosanitaria.

  • DGR 1066/2009. La ricerca come attività istituzionale del SSR. Principi generali e indirizzi operativi per le Aziende sanitarie, in attuazione del Piano Sociale e Sanitario 2008-2010

 


Comitati etici

Nel 2016 la Regione Emilia-Romagna ha avviato un processo di riordino dei Comitati etici e dei loro rapporti con le Aziende sanitarie e con la Regione, ciò alla luce dell’introduzione - a livello nazionale - di un sistema di valutazione rapida dei protocolli di ricerca (Fast Track) e del Regolamento Europeo n. 536/2014 relativo alla sperimentazione clinica di medicinali per uso umano. Per saperne di più 

  • DGR 2327/2016
    Riordino dei Comitati etici della Regione Emilia-Romagna
  • DET 10905/2017
    Nomina dei componenti della Sezione A del Comitato etico regionale
Azioni sul documento
Pubblicato il 26/08/2016 — ultima modifica 01/08/2017

Agenzia sanitaria e sociale regionale - Regione Emilia-Romagna

Viale Aldo Moro 21, 40127 Bologna, Italia - tel. +39 051 5277450 - 7451 - fax +39 051 5277049

asrdirgen@regione.emilia-romagna.it, asrdirgen@postacert.regione.emilia-romagna.it

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it

Strumenti personali