Seguici su

Assistenza nel fine vita ai pazienti oncologici

Pubblicato il nuovo dossier che descrive le cure palliative in Emilia-Romagna nel decennio 2010-2019

A quattro anni di distanza dal primo report di valutazione dell’assistenza nel fine vita in oncologia basato su dati amministrativi, viene pubblicato un nuovo report che amplia i criteri di selezione dei pazienti e prende in considerazione un arco temporale più ampio, dal 2010 al 2019. Oltre alla valutazione degli indicatori di qualità dell’assistenza validati in letteratura, viene esaminato l’impatto delle cure palliative sul ricorso ai servizi assistenziali, sulle giornate di ospedalizzazione e sull’assorbimento di risorse complessivo.

Il quadro che emerge è quello di una realtà ancora centrata sui ricoveri ospedalieri e su cure ad alto livello di intensività e invasività, sebbene in riduzione, accompagnato da un sempre maggiore ricorso alle cure palliative (+ 14,2% a 180 giorni e + 16,4 a 90 giorni). Nell’arco temporale considerato, si riducono i ricoveri ordinari, le chemioterapie avviate negli ultimi mesi e settimane di vita, le complicanze della chemioterapia, le procedure terapeutiche maggiori, gli accessi in pronto soccorso e la mortalità intra-ricovero. Si evidenzia inoltre una riduzione delle giornate di degenza ospedaliera e dei corrispondenti costi, un aumento delle cure domiciliari e dei ricoveri in hospice.

Il confronto mediante analisi di matching tra chi ha beneficiato di cure palliative e chi non le ha ricevute, evidenzia come, a parità di area di residenza, caratteristiche demografiche e principali condizioni cliniche, i pazienti sottoposti a trattamenti palliativi hanno un minore rischio di ospedalizzazione, una minore necessità di ricorrere al pronto soccorso e una minore probabilità di essere sottoposti a trattamenti invasivi ad alta intensità di cura. Inoltre, l’analisi dei costi dimostra come il vantaggio in termini economici delle cure palliative cresce quanto più precoce è il loro inizio rispetto al momento del decesso, rinforzando quanto già descritto in letteratura in merito ai vantaggi di un trattamento palliativo precoce per la qualità della vita dei pazienti.

  • Dossier n. 270/2021 - L’assistenza nel fine vita ai pazienti oncologici in Emilia-Romagna nel decennio 2010-2019 - Fortuna D, Banchelli F, Berti E, Moro ML, et al. 

 

Vedi anche

Azioni sul documento

pubblicato il 2021/02/01 08:53:19 GMT+1 ultima modifica 2021-02-01T08:53:19+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina