Seguici su

Umanizzazione e semplificazione dell'accesso nei servizi sanitari

La promozione di politiche per la prossimità, per la riduzione delle disuguaglianze di salute e per la partecipazione/empowerment degli attori che popolano il Sistema sanitario regionale è uno degli elementi cardine del nuovo Piano sociale e sanitario della Regione Emilia-Romagna 2017-2019. Il piano prevede l’implementazione di una strategia ad ampio raggio che consenta di affrontare in modo operativo il grande tema del benessere sociale, affiancando alla tradizionale idea di eguaglianza in base alla quale “tutti gli individui devono venire trattati egualmente” la convinzione che “a tutti gli individui devono essere garantite le stesse opportunità di accesso, di fruizione, di qualità e di appropriatezza dei Servizi”.

Il tema dell’umanizzazione in termini di promozione di ambienti e comportamenti finalizzati al benessere delle persone, oltre che all’eliminazione delle discriminazioni e delle barriere (fisiche, sociali e culturali) nell’accesso e fruizione ai servizi sanitari viene considerato come una parte del più generale tema dell’equità dell’assistenza sanitaria ed è al centro dell’attenzione delle trascorse ed attuali politiche nazionali per la salute (Accordo Stato-Regioni Rep. Atti n. 181/CSR del 26/10/2017, Accordo Stato-Regioni Rep. Atti n. 150/CSR DEL 01/08/2018).

Le Regioni/Province autonome sono inoltre state impegnate ad adeguare la propria normativa sull’accreditamento delle strutture sanitarie in funzione di alcuni requisiti fondamentali e omogenei a livello nazionale, tra i quali - appunto - l’umanizzazione (Intesa Stato-Regioni, Rep. Atti n. 32/CSR del 19/2/2015; Intesa Stato-Regioni, Rep. Atti n. 259/CSR del 20/12/2012; Delibera Giunta Regione Emilia-Romagna n. 1943 del 4/12/2017 “Approvazione requisiti generali e procedure per il rinnovo dell’accreditamento delle strutture sanitarie”).

Saranno promosse attività conseguenti alla Ricerca autofinanziata (promossa dall’Agenzia nazionale per i Servizi sanitari regionali - AgeNaS) "La valutazione partecipata del grado di umanizzazione delle strutture di ricovero", conclusa nel 2018. A partire dall’analisi delle criticità emerse sono state promosse azioni di miglioramento di livello regionale, in particolare la realizzazione di interventi finalizzati al raggiungimento del benessere ambientale e alla riduzione delle iniquità nell’accesso e nella fruizione dei servizi per operatori, utenti e caregiver, ed interventi di monitoraggio delle prassi di umanizzazione in termini di benessere bio-psico-sociale.

  

 Progetti

   

Link utili

Azioni sul documento

pubblicato il 2019/08/13 15:15:00 GMT+2 ultima modifica 2019-11-14T10:56:46+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina